DHL per Malpensa

DHL per Malpensa

DHL per Malpensa. Alla presenza di Pietro Modiano presidente Gruppo Sea, di Giulio De Metrio capo operazioni Sea e di Alberto Nobis, Ad di Dhl Italia è stato firmato oggi pomeriggio l’accordo per la costruzione di un nuovo polo logistico di ultima generazione presso l’aeroporto di Milano Malpensa. I lavori partiranno entro la fine del 2016 e si concluderanno entro il primo semestre del 2018.

“Dopo un anno di lavoro al terminal 2. Siamo stati promossi dal leader della logistica mondiale”, afferma Modiano, a definitivo partner”.

“Sarà una partnership a lungo tempo”, dice Nobis. “Siamo una azienda di servizi, in un segmento in fortissima espansione. Con una crescita annua anche del 10 per cento, e in volumi del 15 per cento. Il nostro impegno su Malpensa sarà quantizzato in 350 milioni di euro su 5 anni, ed è la prima volta che la nostra azienda si impegna così continuativamente. Moda, automotive, meccanica fine i settori di punta italiani che noi serviamo, quindi campionari, pezzi ricambio, tecnologie all’avanguardia, che con la massima urgenza devono essere consegnati. È un lavoro altamente qualificato e impegnativo. Si partirà da Malpensa per servire il mondo. E come primo impegno mettiamo in campo un investimento iniziale di 100 milioni di euro. Si partirà da Malpensa per servire il mondo. Molto, ma molto velocemente.

“Cerchiamo di ‘espandere il tempo’ dei nostri clienti. È questa la nostra missione”, prosegue Nobis. “Malpensa è legata al più importante bacino economico del Nord Italia. È un impegno che per noi durerà 10 anni almeno. Operiamo in 220 paesi con 5.200 assunti e l’Italia vale 700 mila

spedizioni all’anno in totale, 33 mila al giorno, per fare un esempio solo sotto Natale sono state 250 mila le spedizioni da noi effettuate. “La costruzione del nuovo polo nasce dall’esigenza di gestire la crescita double digit della movimentazione merci gestita da DHL Express e attesa nei prossimi anni in Italia, potenziando ulteriormente i collegamenti aerei intercontinentali” .

“ È dal 2010 che si lavora a questo progetto. L’area insiste su 46 mila metri quadrati. Ed è prospiciente a ben 2 piste di atterraggio. Il che ci facilità molto”, precisa De Metrio. “Malpensa è la porta sul mondo per le materie di eccellenza italiane. Muove il 60 per cento del totale del mercato. Sono 500 mila tonnellate all’anno. Se si sviluppa il cargo si sviluppa anche il trasporto passeggeri”.

“Per fare un esempio concreto”, precisa Nobis, “la domanda di e-commerce vale 15 milioni di euro, e salita più del 17 per cento nel 2014, e del 15 per cento nel 2015. Ed è un ambito destinato a crescere, in cui noi vogliamo continuare a essere protagonisti. I corrieri cresceranno del 30 per cento nell’immediato”.

Precisa Cristian Salerno manager Dhl “Con il nuovo hub saremo più competitivi e raggiungeremo un vantaggio sul territorio di almeno un’ora sulle prese o le consegne”.

Il nuovo HUB

è solo l’ultimo importante tassello di una serie di importanti investimenti realizzati da DHL Express a Milano Malpensa negli ultimi anni: nel 2015, con l’inaugurazione del primo HUB, l’azienda ha introdotto nuovi collegamenti con l’Europa, gli Stati Uniti e Hong Kong. L’investimento iniziale è stato di 3 milioni di euro, inclusi il set-up delle operazioni doganali, di alta tecnologia per lo smistamento e l’incremento degli aeromobili. L’espansione della piattaforma operativa a Malpensa prevede un ulteriore investimento di 90,2 milioni.

Nei prossimi 5 anni DHL investirà in Italia circa 350 milioni, per garantire il miglior servizio attraverso la continua ricerca di innovazione per i Clienti in Italia e nel mondo. Malpensa avrà quindi un ruolo ancora più strategico rispetto alla missione di servire il mercato italiano, diventando un Hub europeo fondamentale, all’interno di un Network europeo di 85 Hub e Gateway, a fianco degli Hub principali di Lipsia, East Midlands e Bruxelles.

L’aeroporto di Milano Malpensa movimenta il 60% del traffico merci italiano, classificandosi primo nel settore cargo in Italia, e nel 2015 ha registrato tassi di crescita significativamente superiori alla media degli aeroporti europei della stessa categoria, con un aumento del traffico merci del 9% rispetto all’anno precedente e un volume di traffico cargo superiore a 500.000 tonnellate. Milano Malpensa si classifica al 6° posto fra gli aeroporti cargo europei, dopo scali come Francoforte, Parigi, Amsterdam, Londra e Lussemburgo.

La crescita

L’aumento dei volumi è stata aiutata dal recupero di una parte del traffico di merci italiane che utilizzavano altri scali europei attraverso servizi di “aviocamionato”, ed è stato reso possibile anche grazie al miglioramento della qualità e dell’affidabilità dei servizi dello scalo merci. L’aeroporto di Milano Malpensa negli ultimi anni ha implementato la sua efficienza grazie anche al lavoro fatto con la Dogana per l’attivazione dello sportello unico doganale che ha ulteriormente migliorato i tempi di sdoganamento delle merci allineandoli con quelli europei.Questi risultati significativi sono stati raggiunti grazie anche a una ottima performance del trasporto merci sui voli passeggeri intercontinentali, circa il 30% del totale con una crescita registrata del +10,5% rispetto al 2014, sia attraverso lo sviluppo del segmento all cargo. Adesso a Milano Malpensa si effettuano oltre 200 movimenti cargo alla settimana operati delle più importanti compagnie aeree del settore, per un totale di 10.140 movimenti all cargo nell’intero 2015, con una crescita del 16% rispetto all’anno precedente. Tra questi, i voli effettuati dai corrieri aerei espresso basati nello scalo assumono un’importanza sempre maggiore: nel 2015 sono stati pari al 33% dei movimenti con sole merci, con una crescita del 50% sull’anno precedente, grazie in particolare al contributo di DHL. Lo scorso dicembre Malpensa ha registrato un record storico, superando quello del 2007, con 472.557 ton trattate (esclusa posta e aviocamionato) nel 2015.

 

 

La firma dell'accordo del nuovo hub a Malpensa.
La firma dell’accordo del nuovo hub a Malpensa.
DHL
La firma dell’accordo fra Dhl e Sea
Il nuovo hub affacciato su due piste
Il nuovo hub affacciato su due piste
La sala della conferenza stampa DHL-SEA
La sala della conferenza stampa DHL-SEA