ExxonMobil: per un mondo più pulito

ExxonMobil: per un mondo più pulito

Il trasporto di merci rappresenta uno dei settori di maggiore interesse all’interno dell’economia internazionale; e proprio per le grandi implicazioni economiche ed ambientali che comporta, questo settore viene tenuto sotto stretto controllo sia dalle istituzioni, sia dai player che contribuiscono a portarlo avanti (come le case costruttrici, le ditte petrolifere, le aziende di logistica e altro ancora). D’altronde, è noto ai più che sono entrate in vigore le stringenti normative Euro 6 in tema di emissioni allo scarico; e a differenza di quanto accade per i veicoli passeggeri dove i limiti vengono fissati in “grammi per chilometro”, nel settore dei “pesanti” le soglie vengono fissate per g/kWh (ovvero “grammi per kilowattora”). Tolleranza quasi zero per idrocarburi, ossidi di azoto e particolato; e per rispettare quanto dettato, i costruttori hanno dovuto applicare tutto il loro know-how per affinare il rendimento dei motori e studiare degli appropriati sistemi di post-trattamento.


UN MESSAGGIO FORTE

ExxonMobil

Al panorama appena descritto, si aggiungono anche aziende come ExxonMobil che propongono alcune iniziative specifiche per collaborare al fine di migliorare l’efficienza energetica nel settore del trasporto commerciale: d’altronde questo tema rappresenta una questione spinosa che interessa un po’ tutti, dal momento che le esigenze imposte dalla Commissione Europea dichiarano che entro il 2050 verranno ridotte del 60% le emissioni di carbonio rispetto ai livelli del 1990. Così, ExxonMobil ha collaborato con la Freight Transport Association (FTA) per illustrare agli operatori tutte le sfide da affrontare per riuscire a rimanere a galla in quel mare di norme sempre più rigorose e severe che si stanno abbattendo sul settore industriale. ExxonMobil crede, infatti, nella possibilità di fornire l’energia necessaria per alimentare l’economia globale pur riducendo al tempo stesso le emissioni di gas a effetto serra al fine di mitigare sia i rischi per la salute che il rischio di cambiamenti climatici a medio e lungo termine.


UN PERCORSO AVVIATO

ExxonMobil

Secondo alcune recenti stime, tra il 2015 ed il 2040 l’innovazione nel settore dei trasporti determinerà significativi miglioramenti nei consumi di carburante soprattutto per i veicoli commerciali pesanti: il risultato sarà un progressivo rallentamento delle emissioni di anidride carbonica a livello mondiale, mentre si stima che le emissioni di gas ad effetto serra riusciranno a rientrare per la maggior parte negli obiettivi stabiliti all’interno dell’accordo sul Clima firmato a Parigi due anni fa. Alla luce di quanto appena detto, appare chiaro come sotto questo profilo ci sarà ancora molto da vedere e da raccontare; e sarà interessante vedere come i player del trasporto e della logistica sapranno comunicare con i costruttori e con le istituzioni per creare una perfetta integrazione tra veicoli pesanti ed ecosistema globale.

La Guida all’Efficienza Energetica di ExxonMobil è disponibile nella sezione “link principali” del sito www.mobil.it”.