Finalmente parte la Dakar

Finalmente parte la Dakar

Finalmente parte la Dakar

Dopo il prologo, terminato con un incidente che ha coinvolto una decina di spettatori (secondo alcune fonti 12, ma molti non sono assolutamente gravi) investiti dalla Mini n° 360 condotta dalla cinese Guo Meiling, e la prima tappa annullata causa maltempo, sembra che finalmente si riesca a partire.

La Dakar, corsa emblematica, sempre la le polemiche e, in questo caso, il fango
La Dakar, corsa emblematica, sempre la le polemiche e, in questo caso, il fango

La seconda tappa si è svolta senza problemi, lo stesso De Rooy ha dichiarato di essere molto soddisfatto in quanto si aspettava molta più acqua e molto fango (trovati dai primi partenti) che sono stati assai meno problematici del previsto.

La tappa è stata vinta dal MAN 506 di Stacey – Serge – Van Der Vaet con un tempo di 4:18:18; secondo Versilius sul MAN 510, De Rooy terzo sull’Iveco 501 a solo 1:51.

Interessante come i veicoli partiti in un ordine totalmente diverso (Mardeev primo con il Kamaz 500), si radunino di fatto in gruppetti omogenei per marca.

Dal 3° al 7° posto quattro Iveco (e un Tatra), dall’8° all11° posto lo squadrone Kamaz con quattro veicoli con ritardi tra i 4:25 di Mardeev (vincitore della scorsa edizione) e Sotnikov a 10:01. Quattro i ritiri.

La classifica ufficiale fino alla 10° posizione. Per la prima giornata non vi è classifica.
La classifica ufficiale fino alla 10° posizione. Per la prima giornata non vi è classifica.

 

Oggi la terza tappa Termas De Rio Hondo – San Salvador De Jujuy.