Ford festeggia un secolo di storia dei propri pick-up

Ford festeggia un secolo di storia dei propri pick-up

100 anni sono un traguardo importante, specialmente se la strada per il suo raggiungimento è contraddistinta dalla creazione di modelli iconici di grande successo.

Quando si pensa a un pick-up, la mente non può che andare a Ford, la casa che meglio ha interpretato il sogno americano e che ha contribuito a mantenere alto l’orgoglio a stelle e strisce dei propri clienti, offrendo, con i propri mezzi, un perfetto mix tra potenza, versatilità e affidabilità.

Veicoli equipaggiati da propulsori dalle cilindrate generose e performanti soprattutto in termini di coppia, per garantire ottime capacità di carico e di traino.

La F-Series è la serie più fortunata e longeva della casa, nata nel 1948 e rimasta per 40 anni consecutivi la più venduta negli USA.

Oggi siamo arrivati alla tredicesima generazione e il concetto alla base è ancora lo stesso dell’antenata Model TT, ovvero un cabinato a motore anteriore, caratterizzato da un telaio portante al posteriore, con la possibilità di essere allestito a seconda delle proprie necessità lavorative.

Ford negli ultimi anni ha saputo mettersi in luce anche in Europa, assecondando le nostre esigenze di mobilità e offrendo una gamma completa studiata ad hoc, che include il pick-up compatto Ranger e i versatili furgoni Tourneo e Transit, proposti in svariate versioni di meccanica e allestimento.


LE PIETRE MILIARI

Ford Model TT, anno 1917

La Ford Model TT arrivò sul mercato nove anni dopo la famosa Model T, di cui condivideva il motore e il cabinato, rispondendo ai clienti che chiedevano un veicolo in grado di adattarsi non solo al trasporto privato ma anche alle attività lavorative, come il trasporto di oggetti pesanti o carichi ingombranti.

Fu un’intuizione geniale di Henry Ford: in 11 anni ne furono vendute 1,3 milioni di unità.

Venne rimpiazzata dalla Model AA, il cui chassis permetteva una aumentata capacità di carico, che passava da 900 kg della TT a ben 1,5 tonnellate.

Nel 1933, durante il periodo della grande crisi, arrivò la Model BB, dal passo più lungo, veicolo che fu largamente utilizzato da molti corpi statali americani, come la croce rossa, i vigili del fuoco e le poste, grazie alla sua economicità.

Durante la guerra, le vendite private furono praticamente azzerate, ma fu acquisita da parte di Ford un’enorme esperienza nella produzione di telai militari heavy-duty con quattro ruote motrici; questo know-how fu di grande aiuto quando la produzione ripartì e fece la sua apparizione nel 1948 la prima generazione dei pick-up serie F, caratterizzata dal più piccolo F1, fino al super cabinato F8.

Nel 1953 arrivò la seconda generazione, con motori più potenti e capacità più elevate di carico; in quell’occasione si adottò la numerazione a tre cifre che ancora oggi è utilizzata: F1 divenne F-100, F2 e F3 divennero F250, mentre il precedente F4 fu chiamato F-350.

Nel 1961 ci fu l’arrivo della quarta generazione della F-Series, che portò con se la rivoluzionaria sospensione con la doppia trave trasversale a “I”, che rendeva di fatto indipendenti le ruote anteriori.

1961 – l’innovativa sospensione anteriore indipendente, con doppia barra trasversale.

Con la sesta generazione nel 1975 il piccolo e popolare F-100 fu sostituito dal più robusto F-150, mentre la reputazione di Ford nel produrre truck divenne ormai universalmente riconosciuta. I pick-up dell’ovale blu non erano soltanto mezzi da lavoro ma anche veicoli adatti per trascorrere un weekend fuori casa con la propria famiglia, magari sfruttando un trailer per il trasporto dei bagagli.

Nel 1982 fu introdotta la variante Ford Ranger, un pick-up più compatto ed efficiente, che rapidamente guadagnò fama e dal 1998 prese la sua identità, diventando un modello a se stante per i mercati al di fuori dagli Stati Uniti.

Nel 1994 fu introdotto nella gamma il primo diesel V8 Power Stroke, prodotto inizialmente dagli specialisti di Navistar, mentre nel 1998 fece la sua comparsa la sigla Super Duty, che contraddistinse i nuovi F-250, F-350, F450, F550, rivisti con nuovi standard qualitativi, che segnarono un nuovo riferimento per quel segmento.

Negli anni successivi, le esigenze non si limitarono all’incremento di capacità di carico o di traino, ma fu prioritaria anche la riduzione di emissioni e di consumi.

Proprio in quest’ottica nel 2011 debuttò il piccolo ma efficiente EcoBoost V6, mentre nel 2015 fece la sua comparsa su F-150 il nuovo telaio in alluminio, che quest’anno è stato esteso anche ai nuovissimi Super Duty 2017.

Si dice che Ford ha messo il mondo su ruote, ma è anche vero che ha contribuito alla costruzione dell’America. I truck di Ford hanno trasportato i carichi, i lavoratori e le attrezzature per completare il lavoro” afferma Bob Kreipke, storico della casa americana.

La Time-Line dei modelli pick-up Ford, prodotti in 100 anni di storia gloriosa: dalla Model TT del 1917 al nuovissimo F-150 Raptor da 450 cavalli. (click su immagine per ingrandire)