Mercedes-Benz Vans presenta eVito, trazione elettrica ma non solo

Mercedes-Benz Vans presenta eVito, trazione elettrica ma non solo

Mercedes-Benz Vans presenta eVito, trazione elettrica ma non solo. Dopo ben sette anni dal primo veicolo commerciale completamente elettrico di serie, il Vito E-Cell del 2010, arriva eVito, il nuovo mid-size van della Stella a trazione elettrica. Mercedes-Benz Vans torna quindi a puntare sull’alimentazione alternativa, dedicata soprattutto alla mobilità urbana, ma questa volta lo fa attraverso un progetto di “ecosistema fatto di veicoli e servizi.

Si chiama strategia [email protected] e cioè: elettrificazione di tutte le serie di veicoli commerciali, focus sui singoli settori (offerta di gamme), redditività (costi d’esercizio come Diesel), Co-Creation (collaborazione con partner strategici), transfer tecnologico (stessi standard di marca), tutto da un unico fornitore (veicoli, infrastruttura di ricarica, assistenza in loco e servizi di connettività).

SI PARTE CON eVITO, DALLA GERMANIA

Il primo passo di questo ambizioso progetto è il lancio dell’eVito, in Germania già pre-ordinabile e commercializzato a partire da metà 2018 ad un prezzo di quasi 40mila euro lordi (39.990 per la precisione). Noi abbiamo visto e provato il nuovo mid-size van a trazione elettrica in anteprima, al workshop [email protected] di Berlino, dove la Casa della Stella ha rivelato programma e finalità: “solo soluzioni di mobilità complete, tali cioè da spingersi al di là del solo sistema di trazione, possono rappresentare una reale alternativa per le aziende” ha spiegato Volker Mornhinweg, Responsabile Mercedes-Benz Vans.

Il nuovo eVito, quindi, segna solo l’inizio della rivoluzione elettrica di Stoccarda e verrà seguito, nel 2019, da una nuova generazione di Sprinter e Citan. Nei prossimi anni la Casa di Stoccarda investirà 150 milioni di euro nell’elettrificazione dei propri veicoli e 500 milioni di euro nel progetto adVANce.

CARATTERISTICHE TECNICHE DI eVITO

Con tutte le sue caratteristiche il nuovo mid-size van elettrico della Stella trova la sua migliore applicazione nell’impiego urbano, quindi consegne, artigianato e trasporto di persone. La straordinaria silenziosità e l’assenza di emissioni inquinanti sono il passepartout per affrontare l’ultimo miglio in tutte le zone a traffico limitato delle nostre città.

L’eVito ha un’autonomia dichiarata di 150 km che diventa di 100 km in condizioni sfavorevoli, come basse temperature esterne e carico completo. La capacità della batteria è di 41,4 kWh e può essere ricaricata completamente in circa sei ore.

La velocità massima dichiarata, grazie agli 84 kW di potenza per 300 Nm, arriva fino a 120 km/h, ma per risparmiare energia e aumentare l’autonomia complessiva è consigliabile non superare gli 80 km/h.

Ora il nuovo eVito può essere prenotato con due differenti passi: lungo (5.140 mm), extra-lungo (5.370 mm). L’alloggiamento delle batterie sotto il veicolo consente di sfruttare senza alcuna limitazione il volume di carico complessivo, quindi il vano di carico offre fino a 1.073 kg, con un volume massimo di 6,6 m3, PTT di 3.200 kg.

ECOSISTEMA SI, CIOÈ?

Ma cosa vuol dire “soluzioni di mobilità complete, tali da spingersi al di là del solo sistema di trazione”? In pratica, l’[email protected] prevede anche una sorta di “personalizzazione” del veicolo commerciale elettrico in base all’impiego e al settore di riferimento: artigiani, servizi di consegna pacchi o servizi per il trasporto di persone.

In prospettiva un unico modello elettrico standardizzato per non può avere futuro. Mercedes-Benz Vans punta pertanto su soluzioni di sistema a 360°, concepite specificamente ad hoc, che nascono dal dialogo tra i clienti e gli esperti di Casa madre”.

Secondo questa filosofia, la consulenza non è solo sulla semplice scelta della variante di veicolo corretta o degli equipaggiamenti più indicati, ma i differenti concept vengono adattati in modo specifico alle precise esigenze del settore, alle dimensioni del parco veicoli dell’azienda, alla tipologia d’impiego del business e anche ai presupposti tecnico-strutturali per la creazione di un’infrastruttura di ricarica di proprietà aziendale.

L’offerta, poi, non comprenderà solo il veicolo, ma anche eventuali soluzioni di connettività specifiche per i veicoli elettrici, soluzioni di finanziamento e mobilità.

L’ecosistema [email protected], oltre al veicolo in acquisto, con la migliore tecnologia disponibile sulla trazione elettrica, comprende i seguenti benefit:

  • Infrastruttura di ricarica potente ed intelligente
  • Soluzioni di connettività per condizioni di carica, autonomia della batteria e programmazione ottimale del percorso in tempo reale
  • Consulenza: app eVAN Ready e tool TCO per l’analisi del comportamento di marcia e dei costi totali
  • Veicoli a noleggio per i periodi di picco di lavoro
  • Programma di training per autisti della flotta elettrica

COSTI DI GESTIONE: COME IL DIESEL

Dalla Casa di Stoccarda precisano che il nuovo eVito si misura ad armi pari con il Vito Diesel: riguardo ai costi di gestione complessivi – dicono – le agevolazioni fiscali, i costi più bassi dell’elettricità e della manutenzione possono compensare il prezzo d’acquisto ancora abbastanza alto. Conditio sine qua non, ovviamente, un prezzo conveniente della corrente elettrica.

In aiuto, però, verrà presto anche il rapido sviluppo tecnologico che sta investendo il campo delle batterie, “in futuro la soglia d’ammortamento della trazione elettrica verrà raggiunta in tempi molto brevi e questa soluzione offrirà chiari benefici rispetto ai motori convenzionali, a tutto vantaggio di redditività e ambiente”. Differenti sistemi di ricarica e dimensioni scalabili delle batterie imporranno nuovi punti di riferimento sul versante della redditività e del rapporto costi/benefici.

E poi c’è l’ecosistema eDrive completo, che promette di abbassare molto i costi di gestione lungo tutto il ciclo di vita, offrendo maggiore efficienza ed economicità.

Progetto pilota con Hermes a Stoccarda e Amburgo

Nel piano di elettrificazione di tutte le serie di veicoli commerciali, nuovo anche l’approccio allo sviluppo dei prodotti di serie, dove assume decisiva importanza la cosiddetta “Customer Co-Creation”, che prevede il coinvolgimento di partner strategici forti della loro expertise nel settore.

Ad esempio, all’inizio del 2018, Hermes, fornitore di servizi di logistica, e Mercedes-Benz Vans daranno il via ad una fase pilota di collaborazione nelle città di Amburgo e Stoccarda.

Entro il 2020, l’impiego della flotta elettrica nel servizio di consegne pacchi conterà complessivamente 1.500 Vito e Sprinter elettrici impiegati anche in altre realtà metropolitane.

È prevista anche la realizzazione di un’infrastruttura di ricarica efficiente nei centri logistici di Hermes e servizi IT per la gestione ottimale della flotta elettrica. L’intero processo di consegna verrà inoltre velocizzato grazie a sistemi di vani di carico automatici, che consentono di automatizzare le operazioni di carico/scarico.

Transfer tecnologico e strategia adVANce

Tutti i veicoli a marchio Mercedes-Benz Vans, indipendentemente dal sistema di trazione adottato, hanno in comune gli stessi standard di ergonomia, comfort e sicurezza.

La catena cinematica completamente elettrica è sviluppata all’interno dell’azienda con il background del settore auto da cui derivano elementi modulari con un ormai elevato grado di maturità tecnologica e qualità.

Gli importanti investimenti nella mobilità elettrica previsti dal Gruppo sfrutteranno sempre di più le sinergie tra il settore auto e quello dei veicoli industriali e commerciali in un progetto complessivo che prende il nome di adVANce.

Con la strategia adVANce, presentata nel 2016, da parte sua, Mercedes-Benz Vans si trasforma da semplice Costruttore a provider di soluzioni di mobilità complete e integrate con l’obiettivo di rispondere alle esigenze dei “megatrend” della mobilità: crescente urbanizzazione, aumento del traffico nelle aree ad alta densità abitativa, misure più severe per la pulizia dell’aria e aspettative sul fronte della mobilità sostenibile.