Michelin Agilis CrossClimate: pneumatico zen

0
833
Michelin Agilis CrossClimate

Michelin Agilis CrossClimate: pneumatico zen – Un pneumatico estivo con certificazione invernale per i professionisti del trasporto leggero che dura fino al 35% in più.

E’ inutile girarci intorno ma negli ultimi anni tanto le sempre più severe normative quanto la sempre maggiore ricerca di sicurezza alla guida hanno spinto i produttori di pneumatici e i professionisti del settore ad adottare pneumatici invernali. Il trasporto leggero però, trovandosi per la maggior parte del tempo in ambito urbano e cittadino, raramente ha a che fare con strade soggette a forti precipitazioni nevose. Capite bene come l’adozione di pneumatici invernali in tali condizioni sia per i gestori delle flotte una spesa superflua non trascurabile. Per questo motivo la continua lotta alla riduzione dei costi e la costante ricerca di un pneumatico che fosse polivalente hanno portato a un boom nella diffusione dei pneumatici all-season. Una crescita che è andata di pari passo con il forte avvento del commercio elettronico online che ha visto il proliferare dei veicoli commerciali leggeri e dei Van specie in ambito cittadino.

Michelin Agilis CrossClimate

Basta, infatti, valutare le stime del 2017 per scoprire che le gomme all-season hanno fatto segnare un +37% nel mondo dei veicoli commerciali, valore che sale fino al 86% se ci si riferisce alla sola Italia. Cavalcando quest’onda positiva il produttore di pneumatici francese ha deciso di introdurre le già ben note capacità del pneumatico CrossClimate anche nel mondo dei professionisti presentando il nuovo Michelin Agilis CrossClimate, una gomma estiva omologata anche per la circolazione invernale e nata per soddisfare le esigenze del trasporto leggero e le flotte: capacità di carico, rendimento chilometrico sulla lunga distanza, robustezza nell’uso urbano, motricità e aderenza in tutte le condizioni. Nella pratica un pneumatico “quattro stagioni” superiore al classico all-season che si dimostra più conveniente del cambio tra estivo e invernale.

Tecnologia alla base

Michelin Agilis CrossClimate

L’Agilis CrossClimate deve le sue doti a tre principali caratteristiche. Alla base di tutto vi sono ben tre diverse e innovative mescole di gomma o elastomeri sintetici mischiati tra loro (il “winter compound” per le basse temperature, il “wet profiled compound” per la poca aderenza e il  “dry compound” per il caldo e l’asciutto), che garantiscono flessibilità alla gomma anche a temperature rigide, e un battistrada composto da due strati, uno sopra all’altro, che permette di minimizzare il calore trasmesso attraverso il pneumatico e ridurne il riscaldamento in condizioni difficili. Grazie a queste prime due importanti caratteristiche l’Agilis CrossClimate è in grado di mantenere gli stessi livelli di performance indipendentemente dall’utilizzo, dalla condizione del manto stradale e da quella atmosferica. La scultura del battistrada riprende la forma a V, già vista sul CrossClimate per le automobili, ma introduce l’innovativa combinazione di tasselli altamente tecnologici e lamelle 3D autobloccanti bidirezionali capace di creare spigoli tali da aggrapparsi ai fondi innevati e ghiacciati. Inoltre, la stessa lamellizzazione è stata estesa per tutta la scultura (9,2 mm), una tecnologia che in Michelin chiamano Long Lasting Performance, così da garantire il massimo della performance dal primo millimetro fino al livello di usura segnalato dall’indicatore (1,6mm), ovvero quello previsto dalla legislazione attuale.

Michelin Agilis CrossClimate

Il fianco e la spalla sono debitamente rinforzati tramite l’adozione di una serie di tasselli trapezoidali profondi 1.5 mm, così da resistere ai possibili danneggiamenti causati da utilizzi gravosi su asfalto, terra, erba o nella congestionata giungla cittadina cosparsa di marciapiedi. Questa tipologia di protezione della spalla, che deriva dalla gamma Michelin per mezzi militari all-terrain (X Force ZL), è fatta di una gomma simile a quella utilizzata da Michelin per i pneumatici per autocarro e quindi offre protezione ai fianchi senza compromettere la flessibilità della carcassa, una soluzione estremamente utile nel trasporto leggero. Infine, sul battistrada è stato inserito in più punti una sorta di indicatore che permette un controllo veloce e preciso dello stato di usura dello pneumatico. Grazie a questo innovativo indicatore intelligente si potrà capire in modo semplice quanto battistrada dei 9,2 mm iniziali è ancora disponibile prima del limite minimo (1,6 mm) che per legge prescrive la sostituzione. L’unione di queste tre tecnologie ha permesso al nuovo Michelin Agilis CrossClimate non solo di garantire un grip impeccabile anche nella condizioni più proibitive ma anche di far registrare ottimi risultati nei test sulla durata chilometrica del prodotto, facendo registrare un +35% rispetto alla media dei concorrenti premium Estivi, Invernali e All Season testati. Dato niente male perché nei veicoli commerciali leggeri potrebbe significare un’apprezzabile riduzione del TCO (Total Cost of Ownership). Doti che sono valse il rating A, per la frenata sul bagnato sia in estate che in inverno, e la certificazione 3PMSF che indica l’omologazione per la circolazione invernale.

Severi test

Michelin Agilis CrossClimate

Per poter ottenere uno pneumatico utilizzabile 365 giorni l’anno e che fosse superiore al classico all-season, Michelin ha condotto un intenso sviluppo che ha occupato ben 40 persone per 3 interi anni. Durante questo periodo sono stati effettuati numeri test anche in condizioni severe o proibitive così da poter valutarne le capacità in condizioni addirittura più difficili di quelle per le quali sono stati progettati. Ecco che Michelin si è avvalsa, oltre che del proprio quartier generale francese, anche di due località particolarmente fredde e nevose: Ivalo, nel nord della Finlandia, e il Col de la Bonette, nel nord della Francia, su una delle strade più alte d’Europa (2.715 m) che tutti gli inverni viene chiusa a causa delle intense nevicate.

Michelin Agilis CrossClimate

Questo perché le condizioni che è possibile trovare sulle Alpi sono diverse da quelle che si trovano al Circolo Polare Artico. La neve, infatti, al Col de la Bonette è una neve pesante e umida e presenta fiocchi grandi, invece, la neve a Ivalo è leggera e polverosa. In questo modo il nuovo Michelin Agilis CrossClimate è stato testato in condizioni particolari, a temperature tra 0° C e -15° C e su diversi tipi di terreno per poterne valutare le prestazioni di accelerazione, frenata, trazione e grip trasversale. I risultati ottenuti da questi importanti test hanno permesso di capire come l’Agilis CrossClimate sia uno pneumatico estivo per veicoli commerciali con certificazione invernale e prestazioni superiori ai comuni all-season. Uno pneumatico innovativo che ha fatto registrare una frenata su asciutto e bagnato paragonabile a quella di un estivo, una durata chilometrica simile a quella dell’estivo e un grip in tutte le condizioni a pari di un invernale.

Misure disponibili

Michelin Agilis CrossClimate

Il nuovo pneumatico per i veicoli commerciali leggeri del produttore francese sarà disponibile a partire da maggio 2018. Le misure programmate saranno ben 25 con cerchioni da 15 e 16 pollici, non saranno subito tutte disponibili ma arriveranno pian piano nel corso dell’anno. Con una etichetta che recita: frenata su bagnato A e resistenza al rotolamento C, il nuovo pneumatico francese per così dire “all-season” dovrebbe costare circa 15/20 euro in più rispetto all’equivalente estivo ma ancora nulla di certo è stato confermato.