NUOVO DACIA DOKKER PICK-UP

NUOVO DACIA DOKKER PICK-UP

Sulla base di Dacia Dokker Van, il veicolo commerciale della gamma Dacia, nasce Dacia Dokker Pick-Up, piccolo fuori con i suoi 4,36 m di ampiezza e grande dentro con i suoi 753 kg di carico utile (compreso il conducente). Ideale per i professionisti che lavorano in città: piccolo fuori, grande dentro. A questo si aggiunge […]

Il Nuovo Daily va ai Mondiali di Calcio 2014

Il Nuovo Daily va ai Mondiali di Calcio 2014

Il Nuovo Daily Iveco celebra l’inizio dei Mondiali di Calcio 2014 in Brasile con uno spot televisivo di 60’’ che andrà in onda su Rai1 e Rai2. Il messaggio “Forte per Natura”, veicolato dal commercial televisivo, rafforza la campagna di comunicazione con cui Iveco ha lanciato la scorsa settimana il Nuovo Daily, il veicolo commerciale […]

John Deere FarmSight offre nuove soluzioni

John Deere FarmSight offre nuove soluzioni

John Deere ha recentemente attivato la funzione Remote Display Access (RDA), elemento centrale della propria strategia FarmSight, nei paesi dell’Europa occidentale e centrale e in alcuni mercati selezionati della CSI. Grazie all’RDA di John Deere, il concessionario può visualizzare a distanza il display GreenStar 3 2630 installato nella cabina di trattori, irroratrici e trince e […]

Niinivirta Transport: trasportare elettrico è eco-friendly

Niinivirta-Newton_ant(1)red4

Come può essere sensibile alla tutela ambientale chi di mestiere fa il trasportatore su strada? Centinaia di migliaia di chilometri percorsi in lungo e in largo ogni anno sulle strade di tutta Europa, centinaia di pneumatici consumati, milioni di litri di gasolio dissolti nell’atmosfera: questa è l’opinione comune quando si parla di autotrasportatori.

Ma per fortuna qualcosa si sta muovendo nel settore: propulsori meno assetati di carburante, affinamento aerodinamico dei veicoli, pneumatici a bassa resistenza al rotolamento e sempre maggiore attenzione alle fonti di propulsione alternativa: a partire dall’alimentazione a gas fino all’elettrico e persino all’idrogeno. E non stiamo parlando del futuro, ma del prossimo domani e in taluni casi addirittura dell’oggi.

Niinivirta Transport, forse per la sua matrice genetica di origini scandinave, dove l’ecologia assume un valore determinante in tutte le scelte, accoglie la sfida tecnologica della sostenibilità ambientale nel campo forse più ostico, e proprio oggi presenta a Palazzo Isimbardi, con il patrocinio della provincia di Milano, il primo autocarro completamente elettrico in servizio effettivo in Italia. Autocarro nel vero senso della parola, un veicolo con peso a pieno carico di 10 tonnellate, che nulla ha di che spartire con quei furgoni leggeri che già solcano le strade delle maggiori città per le piccole consegne. Un autocarro medio-pesante che può arrivare in una sola consegna dove ai furgoncini elettrici si richiedono tre-quattro viaggi, con notevole risparmio logistico e di tempo, per non parlare di autonomia di esercizio delle batterie.

Newton fa di nome, come il più illustre scienziato Isacco, ma è un veicolo da trasporto vero e proprio costruito dalla Smith Electric di Newcastle, nel Regno Unito. Ma con i camion con cui abbiamo a che fare tutti i giorni divide solo la telaistica e l’estetica: è un autocarro spinto unicamente da un motore elettrico al 100% che eroga 120 Kw, alimentato soltanto attraverso accumulatori di ioni di litio sigillati e compartimentati, con un sistema automatico di recupero di energia in frenata, equipaggiato con pneumatici Continental LSR 1+ a bassa resistenza al rotolamento dotati di sistema ContiPressureCheck™ per il monitoraggio della pressione di gonfiaggio e la temperatura di esercizio. Ed è pure un mezzo di considerevoli dimensioni, in quanto misura quasi 9 metri di lunghezza, pesa a pieno carico 10 tonnellate, ha una portata utile di 5 tonnellate ed una autonomia di oltre 200 chilometri, condizionati dall’orografia del territorio.

Iveco Check Stop: check-up per la salute degli autotrasportatori e del loro veicolo

iveco

Iveco si prende cura della sicurezza degli autotrasportatori e dei loro mezzi: è questo in sintesi il

messaggio della campagna “Iveco Check Stop” l’iniziativa che, a partire da oggi a Torino e per

cinque tappe distribuite su tutto il territorio nazionale, offrirà un servizio gratuito di controllo sullo

stato di vigilanza, sonnolenza e fatica dell’autista e di verifica delle funzionalità primarie del

veicolo.

Attivata in collaborazione con il Dipartimento di Neuroscienze (DINOGMI) dell’Università degli Studi

di Genova e patrocinata dal Ministero dei Trasporti, dall’Associazione Italiana Medici del Sonno,

dal Dipartimento di Scienze della Salute (DISSAL) dell’Università di Genova e dall’Unione Interporti

Riuniti, Iveco Check Stop prevede l’allestimento di specifiche aree di servizio su cui sarà

posizionato uno speciale veicolo hospitality agganciato a un Iveco Stralis Hi-Way, veicolo della

gamma pesante Iveco, al cui interno sarà allestita una sala medica per effettuare le visite.

L’area sarà attrezzata per il check-up medico e, nello specifico, per il controllo di tutti i sintomi e i

segni che contribuiscono a identificare un disturbo del sonno o della vigilanza che comportano

sonnolenza alla guida.

L’Università visita FERCAM

Studenti Università Bolzano

L’incontro nasce dalla collaborazione tra l’operatore logistico altoatesino Fercam e la Libera Università di Bolzano LUB nella persona del suo docente Ing. Vittorio Franzellin – docente del corso "Logistik und Transporte" (corso in lingua tedesca) previsto al terzo anno di studi, ed è stato voluto per spiegare e far toccare con mano agli studenti tutte le problematiche legate alla logistica di magazzino, nonché per presentare nel dettaglio le attività svolte (sia warehousing che trasporto/hub) e illustrare concretamente l’approccio progettuale, dalla raccolta dati fino allo sviluppo di un progetto logistico con la definizione di costi e tariffe.

La visita degli studenti al centro logistico dell’azienda altoatesina è stata preceduta da un approfondimento sulla realtà di Bologna da parte del responsabile della filiale di Bologna, Antonino Sarra. Durante la visita il responsabile Area logistica di FERCAM, ha spiegato le funzionalità dei sistemi integrati per la pianificazione dello stoccaggio e del prelievo della merce con il sistema “Voice Picking”; le attività logistiche di picking e packing; i vantaggi nell’utilizzo del deposito doganale, fiscale IVA e fiscale accisa e la nuova tecnologia DIVIS per il monitoraggio delle attività di magazzino.

“In Fercam crediamo che un’azienda debba essere fonte di arricchimento per il territorio in cui opera, ha dichiarato Manuel Scaramuzza, direttore della divisione Logistica di Fercam, anche dal punto di vista della creazione di nuove opportunità professionali e occupazionali. Perché ciò accada è necessario investire nell’innovazione e nell’ammodernamento dei processi, ha proseguito Manuel Scaramuzza, e la collaborazione ormai consolidata con varie realtà universitarie è stata pensata e voluta da Fercam proprio in quest’ottica.

Mi piace pensare che un giorno qualcuno degli studenti che abbiamo incontrato possa contribuire alla crescita di Fercam e portare avanti il percorso di interazione con il territorio e la sua comunità.”

Fercam vince il “BSH Quality  Award 2013”

Fercam vince il “BSH Quality Award 2013”

BSH_2

La qualità è una priorità assoluta

Per il 2013 FERCAM ha raggiunto il top ranking in diverse aree di valutazione: nell’alta affidabilità dei propri servizi grazie alla rapida disponibilità di automezzi; nella gestione irreprensibile del TiSLot[1] management; nella corretta gestione della documentazione alla consegna e nel livello estremamente contenuto di errori e danneggiamenti.

“Il nostro impegno come fornitori di servizi logistici mira a raggiungere la massima qualità del servizio e la soddisfazione del cliente; sono queste le nostre priorità assolute nell’erogazione del servizio” afferma Thomas Baumgartner, AD di FERCAM SpA.” Questo riconoscimento è un premio per tutti i nostri collaboratori ed è contemporaneamente anche un incentivo per migliorare costantemente il livello della qualità dei nostri servizi.”

BSH, azienda leader sul mercato mondiale nella produzione di elettrodomestici, dal 2006 indice tra i propri fornitori di servizi logistici una vera e propria competizione per premiare la qualità del servizio nonché gli standard di sicurezza e servizio. Tra i criteri di valutazione la puntualità di carico e scarico, la disponibilità di automezzi , la compatibilità ambientale e la dotazione IT.

Una collaborazione di successo

FERCAM dal 2012 collabora con BSH e ne cura la spedizione delle merci dai due siti produttivi di Bosch e Siemens Haushaltsgeräte nella regione del Baden-Württemberg verso l’Italia e l’Inghilterra. Inoltre FERCAM cura anche i trasporti in approvvigionamento da vari fornitori italiani verso i siti di produzione tedeschi di BSH.


[[1]] Per il carico e scarico BSH indica orari precisi da rispettare attentamente da parte degli operatori logistici per evitare degli empasse alle rampe di carico