Peugeot Partner

Peugeot Nuovo Partner. Affronta la città con molta praticità: 2 passi, 5 motori e un sedile a scomparsa. In cabina ci si sale in 3 e dietro ci stanno 2 europallet. La Peugeot ha inventato il comparto delle furgonette. Un termine molto francese per indicare i piccoli mezzi commerciali, da cui sono poi scaturiti i mezzi dedicati al trasporto persone (e famiglie intere) nelle versioni multispazio. In pratica da una idea ne sono scaturite due!

Il Leone però non si ferma a questo successo e per il 2015 sfornano la quarta generazione del loro Partner.

Era il 1996 e Peugeot sovverte il comparto dei mezzi commerciali leggeri: presenta il Partner. Un piccolo furgone, monovolume, disegnato per il carico. Robusto, parsimonioso, comodo e di facile manutenzione.

In Italia resta in testa nelle vendite fra i commerciali stranieri importati. Adesso per venire incontro al trasporto professionale moderno e alle esigenze dei professionisti, svilupparne la capacità d’azione, Partner aggiunge, alle sue tradizionali prestazioni, la modernità, una robustezza più accentuata e un costo di utilizzo più ridotto.

In termini di disegno il nuovo Partner, oltre a un nuovo frontale, monta proiettori con cornici di nuovo design, che lo differenziano dalla versione passeggeri e per il tempo libero Tepee, grazie a una forma interna particolare del proiettore. Inserita tra i proiettori con la cornice ridisegnata, la calandra svela linee più affusolate che inglobano, al centro, il Marchio. Assieme a un nuovo fascione paracolpi che conferisce più verticalità e robustezza. I nuovi angolari sconfinano sullo scudo e aumentano la robustezza generale del frontale, inoltre, si possono sostituire in caso di urti o graffi. Accolgono gli fendinebbia e le luci diurne a led (disponibili secondo il livello di allestimento).

 

In sala motori 5 carature

La gamma motorizzazioni è vasta, con consumi tra i più bassi sul mercato. In totale sono disponibili 5 nuove motorizzazioni benzina VTi e Diesel BlueHDi, che sviluppano da 75 a 120 Cv. Che fanno tutte registrare consumi ed emissioni di CO2 ridotte in media del 15% rispetto alle motorizzazioni di cui prendono il posto: 1.6 VTi 98 CV, cambio manuale a 5 marce a partire da 147 g/km di CO2 guadagna 17g; 1.6 BlueHDi 75 CV, cambio manuale a 5 marce a partire da 110 g/km di CO2 guadagna 21g; 1.6 BlueHDi 100 CV, cambio manuale a 5 marce a partire da 110 g/km di CO2 guadagna 22g; 1.6 BlueHDi 100 CV S&S ETG6, cambio robotizzato a 6 marce a partire da 106 g/km di CO2 guadagna 12g; 1.6 BlueHDi 120 CV S&S, cambio manuale a 6 marce a partire da 112 g/km di CO2 guadagna 22g.

La gamma si completa con la versione Elettrica con 0g/km di CO2 che eroga 67 Cv e dispone di un’autonomia di 170 km. La catena di trazione elettrica e la batteria sono garantite 8 anni o 100 mila km. Le motorizzazioni 1.6 HDi 75 e 1.6 HDi 90 in Euro 5 saranno mantenute a listino fino a giugno 2016.

In ambito di sicurezza, facilità la guida e lunga vita del mezzo nel tempo, il Peugeot Partner propone una gamma di equipaggiamenti di sicurezza e di aiuto alla guida altamenti tecnologici. Oltre agli equipaggiamenti di sicurezza di serie come l’ESP con antipattinamento e Hill Assist, l’ABS, l’Assistenza alla frenata di emergenza, il nuovo Partner propone l’Active City Brake (Frenata automatica di emergenza in città in caso di rischio di urto, disponibile come optional da novembre di quest’anno). Questo equipaggiamento permette non solo di evitare un incidente o di ridurne l’impatto, ma presenta anche un interesse favorevole per le classi di rischio delle assicurazione, dunque per il costo di utilizzo, il TCO, che è un fattore di capitale importanza per la clientela professionale.

Il nuovo Partner è disponibile anche nell’allestimento Comfort che offre di serie:

climatizzatore manuale; Wip Sound (Radio CD); regolatore e limitatore di velocità; sedile passeggero 2 posti con Plan Facile e porta laterale destra scorrevole.

Oltre ai sensori posteriori, il Peugeot Partner offre in opzione la retrocamera. Così le manovre diventano ancora più facili e il veicolo è maggiormente protetto dagli urti accidentali. Il Grip Control, disponibile in opzione, è un sistema di motricità estesa, che è sempre il punto di riferimento del segmento e permette di avanzare su strade o percorsi a bassa aderenza.

Peugeot Partner offre un posto di guida perfettamente adeguato a un utilizzo professionale.

La seduta in posizione alta offre una visibilità ottimale e una posizione di guida ergonomica associata al volante regolabile in altezza e in profondità – raro nel segmento- e alla leva del cambio posizionata sulla plancia. Inoltre il 3° passeggero centrale anteriore ha a disposizione tutto lo spazio per le ginocchia, un’esclusiva nel segmento, grazie al cambio ETG6, la cui leva è sostituita da una manopola sul cruscotto. Vani portaoggetti per circa 60 l sono disponibili nell’abitacolo, per i passeggeri e il conducente. Il vano chiuso ubicato davanti al volante o il tavolino scrittoio posto dietro lo schienale ribaltabile del sedile centrale facilitano notevolmente la vita dei professionisti. Per soddisfare questi nuovi utilizzi, Peugeot Partner integra il meglio della connettività a bordo: Il nuovo equipaggiamento telematico dotato di un grande touchscreen a colori da 7’’ perfettamente integrato, disponibile in opzione sull’allestimento Comfort, con Bluetooth, porta USB, presa jack, il riconoscimento vocale e

la funzione MirrorScreen con gli smartphone. Il navigatore, in optional, consente di visualizzare i limiti di velocità e le informazioni sul traffico con la cartografia dell’Europa.

Per soddisfare le diverse esigenze della clientela professionale, il PEUGEOT Partner propone una vasta gamma di versioni, a scelta: 2 lunghezze L1 da 4,38 m e L2 da 4,63 m, una versione con cabina profonda con sedile ripiegabile nella seconda fila e una versione telaio cabinato per le trasformazioni dei carrozzieri.

Peugeot Nuovo Partner. Affronta la città con molta praticità: 2 passi, 5 motori e un sedile a scomparsa. In cabina ci si sale in 3 e dietro ci stanno 2 europallet
Peugeot Nuovo Partner. Affronta la città con molta praticità: 2 passi, 5 motori e un sedile a scomparsa. In cabina ci si sale in 3 e dietro ci stanno 2 europallet
Peugeot Nuovo Partner. Affronta la città con molta praticità: 2 passi, 5 motori e un sedile a scomparsa. In cabina ci si sale in 3 e dietro ci stanno 2 europallet
Peugeot Nuovo Partner. Affronta la città con molta praticità: 2 passi, 5 motori e un sedile a scomparsa. In cabina ci si sale in 3 e dietro ci stanno 2 europallet
Peugeot Nuovo Partner. Affronta la città con molta praticità: 2 passi, 5 motori e un sedile a scomparsa. In cabina ci si sale in 3 e dietro ci stanno 2 europallet
Peugeot Nuovo Partner. Affronta la città con molta praticità: 2 passi, 5 motori e un sedile a scomparsa. In cabina ci si sale in 3 e dietro ci stanno 2 europallet

Le quote che servono

Il Partner è disponibile in 2 lunghezze e ha un volume utile di 3,3 m3 cme L1 con una lunghezza utile di 1,80 m e di 3,7 m3 come L2 con una lunghezza utile di 2,05 m. Questa capacità di carico è portata a 3,7 m3 nella L1 con una lunghezza utile di 3 m e a 4,1 m3 come L2 con una lunghezza utile di 3,25 m grazie all’ormai classico, e molto utile, sedile Plan Facile.

Con una larghezza utile di riferimento di 1,62 m e di 1,23 m tra i passaruota, il Partner permette di caricare 2 Europallet (1,2 m x 0,80 m) nella versione corta L1. Le porte posteriori a battente asimmetriche con apertura a 180° aumentano la facilità di carico.

Il carico utile varia da 625 a 890 kg in opzione come L1, e arriva fino a 750 kg nella L2 tra i migliori della sua categoria. Con il sedile Plan Facile il Partner conserva le prerogative di modularità che lo hanno sempre contraddistinto. Questo sedile permette la salita di 3 persone in modo da potere trasportare persone e utensili, per esempio, da un cantiere all’altro, ottimizzando gli spostamenti. Poi permette di di avere un pianale piatto, un volume utile aumentato di 400 litri e una lunghezza utile superiore di 1,20 metri, pur conservando la capacità di trasportare 2 persone, grazie al sedile passeggero laterale ripiegabile. E infine il trasporto dei carichi alti grazie alla seduta del sedile laterale che si ripiega anche verticalmente contro lo schienale; una funzione ufficio mobile grazie al tavolino scrittoio integrato nello schienale ribaltabile del sedile centrale, e un vano portaoggetti supplementare.

 

 

Test da brividi… e da tropici

La robustezza e l’affidabilità dei Peugeot Partner e Partner Tepee sono state messe a dura prova durante le varie fasi di sviluppo .

Più di 6 milioni di chilometri , equivalenti ad un utilizzo intenso da parte dei clienti , sono stati percorsi nelle condizioni più difficili, tra cui: guida con carichi elevati ad alta velocità; banco prova che riproduce le strade più accidentate (pavé, dislivelli, …) per verificare il comportamento dei collegamenti al suolo e della carrozzeria, test di irraggiamento solare fino a 85°C e test climatici con alternanza di caldo e freddo nella camera climatica da -18°C a +45°C per verificare la tenuta di componenti e materiali; test anticorrosione e di tenuta, con attraversamento di guadi e spruzzi di acqua salata. Questi test, uniti ai 18 anni di esperienza di utilizzo da parte di clienti privati e professionisti, garantiscono ai nuovi Partner e Partner Tepee un elevato livello qualitativo.

 

Il Tepee

Nel 1996 PEUGEOT crea una nuova categoria di automobili: quella delle multispazio per il tempo libero. Da allora, l’abitabilità e la praticità di PEUGEOT Partner Tepee, continuano ad essere un punto di riferimento e, con il 15,3 % delle vendite in Europa nel 2014, il Partner Tepee conserva la sua attrattiva. Sul mercato italiano è il veicolo estero più venduto di un segmento che continua ad arricchirsi.