Transpotec e Samoter ai nastri partenza

0
29

Transpotec e Samoter ai nastri partenza

Transpotec e Samoter ai nastri di partenza. Pochi giorni a Verona le conferenze stampa riunite. Tre fiere per una Italia tornata grande.
“Nasce una nuova gestione delle manifestazioni, con questa edizione delle 3 fiere, nella nuova veste dell’ente fiera scaligero trasformato in SpA, e con un bagaglio di 94 milioni di euro di primi nuovi investimenti”. Apre così Maurizio Danese, presidente di FieraVerona la conferenza stampa di presentazione del Transpotec & Samoter, con Asphaltica, 2017. Tre manifestazioni in un unico polo. Quello più famigliare e solito. Fra le attività presentate da Danese in conferenza stampa anche la vendita di mezzi usati negli spazi della rivista CamionSupermarket.
“Due fiere insieme estremamente importanti”, prosegue Danese, “stanno collaborando molto bene. Una collaborazione anche legata e già in essere con il mondo del food e dell’ortofrutta”.
Domenico Lunghi, direttore divisione Tech&Industry di Fiera Milano, prosegue dicendo: “La crescita del comparto nel 2016 ha dato una mano, e se come si prospetta la crescita continuerà anche nel 2017 almeno del 5 per cento, andrà ancora meglio. Transpotec è in questa edizione cresciuto del 30 per cento e ha aggiunto un nuovo padiglione. Sullo sfondo, appunto, una crescita del 55 per cento nelle immatricolazioni del 2016”.
Giovanni Mantovani, direttore generale di Verona Fiere, aggiunge che: “il numero di espositori è imponente, i buyer saliti a 210, tante le nazioni rappresentate.  Le aspettative altissime, anche, dato che nel 2017 questa manifestazione sarà l’unica del comparto per quest’anno. E questo è molto importante”. “Tornano grandi espositori, grandi marchi e brand e fanno anche il debutto molte altre. Inoltre altre ancora (Cifa e Hyundai) presenteranno delle anteprime mondiali, come si usava nelle edizione passate, e la tradizione ha un suo valore”, prosegue Mantovani.
Molti i convegni e i corsi di formazione su aggiornamento e sicurezza saranno le altre caratteristiche delle fiere unite qui a Verona settimana prossima.
Questa collaborazione dovrebbe poi portare a una crescita del sistema fieristico italiano nel ranking mondiale delle manifestazioni di questo settore. Unica pecca, se si vuole, la calendarizzazione delle 3 fiere, o diciamo meglio delle 2 più grosse, Samoter e Transpotec. Una triennale, la seconda biennale. Il 2017 è stato un anno ‘magico’ per favorirne l’incontro, da tanti, poi, voluto. Ora per il futuro si dovrà capire come muoversi. Dando per scontato che il Samoter è legato alla Bauma, ma come il Transpotec alla IAA. Difficili scelte. Diversi pesi sulla bilancia. Per ora godiamoci questa favorevole simbiosi di obbiettivi, di progetti, di prodotti e di novità. Passata la ‘sbornia’ fra 10 giorni si dovrà ricominciare a lavorare ventre a terra. E a mettere a profitto tutto il buono che queste 3 manifestazioni hanno messo sul piatto e in circolazione. Come una salutare epidemia di ottimismo.

Transpotec e Samoter ai nastri di partenza. Oggi a Verona le conferenza stampa riunite. Tre fiere per una Italia tornata grande.
Nelle foto, la conferenza stampa al quinto piano del palazzo della fiera di Verona. Da sinistra a destra, Luciano Rizzi, Giovanni Mantovani, Maurizio Danese, Domenico Lunghi, Giuseppe Garri.

Transpotec e Samoter ai nastri di partenza. Oggi a Verona le conferenza stampa riunite. Tre fiere per una Italia tornata grande.