ZF A IAA 2018: LOGISTICA PIÙ PULITA E PIÙ AUTONOMA

0
351
ZF Friedrichshafen: Big Pictures E-Mobility, Flughafen Friedrichshafen. We electrify everything.

ZF a IAA 2018: logistica più pulita e più autonoma – Il settore della logistica sta sorpassando quello delle autovetture per quanto riguarda l’automazione delle funzioni di guida. ZF sta supportando questa tendenza con concept innovativi e importanti investimenti. Ad esempio, veicoli commerciali e industriali connessi in modo intelligente, grazie a tecnologie ZF già pronte per la produzione, e dotati di funzioni di guida autonoma in grado di svolgere in modo indipendente tutte le attività logistiche o di assistere i conducenti dei furgoni per le consegne. I camion autonomi effettueranno consegne più efficienti lungo “l’ultimo miglio” e ciò, in futuro, contribuirà a gestire volumi di consegna in crescita, riducendo, allo stesso tempo, il traffico nei centri cittadini.

La mobilità elettrica e la guida autonoma giocano un ruolo chiave per ZF tanto che la società intende investire nei prossimi cinque anni oltre 12 miliardi di EURO in questi ambiti.
Allo IAA di Hannover, sotto il motto “Smart Logistics”, la società ha riunito le proprie tecnologie e, attraverso l’automazione, la connessione in rete e l’elettrificazione, ha creato interessanti soluzioni per l’intera catena logistica. La guida autonoma prevarrà più velocemente nel settore dei veicoli commerciali e industriali, poiché riduce i costi operativi del veicolo, contribuendo parallelamente a migliorare sicurezza ed efficienza.

Con i suoi veicoli innovativi, ZF dimostra come soluzioni connesse e automazione avanzata possano rendere più efficiente l’intera catena logistica.

Wolf-Henning Scheider, CEO di ZF Friedrichshafen AG, ha affermato: “Stiamo rivoluzionando l’ultimo miglio in modo che i pacchi possano essere consegnati in modo più pulito, sicuro e per tempo. Per questa ragione, stiamo lavorando insieme a partner e clienti per sviluppare ulteriormente il nostro concept affinché sia pronto per la produzione di serie entro i prossimi due anni.” “Per offrire velocemente al mercato le nostre competenze nei sistemi sotto forma di soluzioni pratiche e innovative, investiremo oltre 12 miliardi di EURO nella mobilità elettrica e nella guida autonoma, nei soli 5 anni a venire.
Nonostante le attuali sfide di mercato e l’aumento della spesa per lo sviluppo di nuove tecnologie, ZF continua lungo la strada tracciata. Raggiungeremo i nostri obiettivi di quest’anno, inclusi i target di profitto, gli aumenti degli investimenti e la riduzione del debito”, ha proseguito Scheider.

Innovation Van di ZF supporta gli autisti che effettuano consegne di pacchi e risolve i problemi legati al traffico
“L’ultimo miglio” nella logistica di consegna pacchi rappresenta un interessante caso d’uso. Innovation Van di ZF ha dimostrato come un intelligente collegamento in rete, la guida autonoma e una trazione totalmente elettrica supportino i servizi di consegna pacchi nel soddisfare le richieste del futuro – soprattutto per quanto riguarda l’aumento dei volumi di consegna e la domanda di consegne individuali. Allo stesso tempo, questi veicoli contribuiranno a ridurre le emissioni e il traffico nei centri cittadini. Questo approccio ha riscosso interesse nel settore. Scheider ha aggiunto: “Abbiamo già avviato trattative concrete con diversi clienti”. Innovation Van di ZF si basa sul super computer ad elevata capacità di calcolo dell’azienda, ProAI, così come su un set di sensori che consiste di telecamera, radar e lidar.
Il camion per le consegne totalmente elettrico è dotato di funzioni di guida autonoma di Livello 4, ed è progettato per effettuare manovre in modo indipendente nei centri cittadini, rimanere sulla propria corsia anche in assenza di segnaletica stradale, riconoscere sia i semafori sia i cartelli stradali e reagire a improvvise situazioni di pericolo. In aggiunta, Innovation Van può individuare e muoversi attorno agli ostacoli, quali i veicoli in doppia fila. La funzione FollowMe – che utilizza un controllo remoto basato su tablet – è di particolare utilità per gli autisti. Se due indirizzi sono così vicini tanto che è più conveniente che l’autista si muova a piedi, Innovation Van seguirà l’autista come se avesse un guinzaglio virtuale. Inoltre, se a un determinato indirizzo non fosse possibile parcheggiare, l’autista potrà mandare il veicolo alla fermata successiva, dove cercherà da solo il parcheggio. Ciò contribuirà, in futuro, a evitare anche ingorghi causati dai mezzi delle consegne, spesso in doppia fila.

Innovation Van di ZF facilita la consegna dei pacchi “nell’ultimo miglio”, poiché può guidare autonomamente e connettersi con l’autista tramite un software di pianificazione dell’itinerario.

Le aree delimitate rappresentano un mercato appetibile per la guida autonoma
Le due più recenti anteprime mondiali di ZF – Innovation Truck e Terminal Yard Tractor – dimostrano quanto la società stia rispondendo alle principali sfide nelle merci. Questi veicoli possono manovrare autonomamente casse mobili, rimorchi e container. Le funzioni veicolari per le manovre senza conducente migliorano l’efficienza, la velocità e l’impatto ambientale nei depositi, nei terminali e nei porti per container. Ma in primo luogo possono contribuire a ridurre gli incidenti e il danneggiamento dei beni. In ultimo, questi veicoli possono aiutare ad affrontare il problema della costante diminuzione di operai specializzati nel settore logistico.
I veicoli da trasporto senza conducente e le funzioni automatizzate giocheranno un ruolo chiave in particolar modo nelle aree delimitate, come ad esempio i terminali delle società, i depositi degli spedizionieri, gli aeroporti o i porti…”, ha proseguito Scheider. “Nel prossimo futuro, vedremo molti più veicoli autonomi in queste zone delimitate che sulle strade pubbliche. I benefici per i clienti in termini di costi, sicurezza ed efficienza qui faranno la differenza.

ZF elettrifica tutte le classi di veicoli commerciali e industriali
L’approccio di ZF per una logistica intelligente include anche propulsori su tutte le classi di veicolo per consentire zero emissioni locali. L’inquinamento dell’aria nei centri cittadini dovrebbe essere ridotto in modo considerevole. In risposta a richieste internazionali per offerte di autobus elettrici, ZF – in qualità di leader europeo di mercato – ha ricevuto oltre 1.000 ordini per i suoi assali elettrici a portale AxTrax AVE. Questi contribuiranno presto a spostare passeggeri per 60 milioni di chilometri a zero emissioni ogni anno in città quali Los Angeles, Londra e Stoccarda.
ZF sta anche accelerando l’elettrificazione della trazione in altri segmenti di veicoli commerciali e industriali. Ad esempio, ha ricevuto un ordine per la produzione di serie del nuovo CeTrax, propulsore elettrico centrale, adatto a autobus e camion, da utilizzare su veicoli per lo smistamento. Il sistema a trazione elettrica per veicoli commerciali entrerà in produzione di serie a metà 2019. ZF ha dimostrato di essere pioniera anche nell’elettrificazione di camion heavy-duty. Per la prima volta, un test su campo con la trasmissione ibrida TraXon, condotto insieme da ZF e DAF, ha dimostrato i benefici dell’elettrificazione su camion pesanti. Con manovre totalmente elettriche e diverse funzionalità ibride, si può ottenere un risparmio di carburante compreso tra il 5 e il 7%. In questo modo, ZF dimostra il potenziale dell’elettrificazione applicata ai mezzi pesanti.