Il Volvo FH16 è ora disponibile nella versione da 750 CV e 3550 Nm per gestire i tipi di trasporto più impegnativi. Arriverà sul mercato giusto in tempo per festeggiare il 25o anniversario del motore da 16 litri.

Nel 1987 è stato introdotto il Volvo F16, con il primo motore in assoluto di Volvo da 16 litri, con potenza di 470 CV. Da allora, le esigenze del mercato hanno spinto lo sviluppo verso veicoli sempre più potenti.

“Con il Volvo FH16 750 siamo in grado di offrire ai nostri clienti un veicolo con prestazioni di massimo livello, una buona efficienza nei consumi ed emissioni estremamente ridotte. Si tratta di una combinazione senza compromessi per le operazioni di trasporto più complesse e pesanti”, dice Staffan Jufors, Presidente e CEO di Volvo Trucks.

Prestazioni, efficienza nei consumi e rispetto per l’ambiente
Il nuovo motore si basa sulla stessa tecnologia dell’attuale motore Volvo da 16 litri e 700 CV, a sei cilindri in linea, albero a camme in testa, quattro valvole per cilindro e iniettori pompa. È stato ottimizzato per ottenere potenza e coppia maggiori, ma il consumo di carburante resta invariato. Il motore da 750CV è disponibile in due versioni, una per lo standard Euro 5 e l’altra per lo standard EEV (Enhanced Environmental-friendly Vehicle), che offre emissioni di particolato e fumi ancora inferiori.

Il cambio automatizzato I-Shift di Volvo è disponibile di serie sul 750 CV ed è stato modificato per la gestione dell’elevata coppia del motore. La gamma di assali posteriori comprende assali per combinazioni fino a 250 tonnellate. Per trasporti a lungo raggio veloci, l’assale a semplice riduzione RS1360 di recente introduzione rappresenta un’alternativa efficiente dal punto di vista dei consumi.

Guidabilità e produttività
Il nuovo 750 eroga 2800 Nm di coppia a 900 giri/minuto, in seguito la curva di coppia sale nettamente raggiungendo il livello di picco di 3550 Nm tra 1050 e 1400 giri/minuto. Questo consente di mantenere una velocità elevata anche sulle salite più ripide.

“Quando si parte per il trasporto di un carico pesante, più potenza si ha a disposizione a bassi regimi, minore è lo sforzo del motore e maggiore è l’efficienza nei consumi. A sua volta, ciò comporta una guidabilità straordinaria”, dice Hayder Wokil, product manager di Volvo Trucks.

Il Volvo FH16-750 è progettato per trasporti molto pesanti e per incarichi che richiedono un’elevata velocità media su strade impegnative o molto impegnative.

“Per gran parte dei clienti dell’FH16, l’attenzione si concentra sul trasporto del maggior numero di tonnellate possibili nell’arco di tempo più breve. Comunque, molti clienti hanno anche l’esigenza di trasportare rapidamente merci di grande valore e prodotti freschi per lunghe distanze con una topografia molto varia e con consegne puntuali”, spiega Wokil.

Trasporti più pesanti – veicoli più potenti
Da lungo tempo, la tendenza porta verso trasporti sempre più pesanti e, di conseguenza, aumenta l’esigenza di veicoli più potenti. A partire dall’introduzione del Volvo F16 nel 1987 e della prima generazione di motori da 16 litri con 470 CV, i livelli di potenza sono aumentati man mano, seguendo il ritmo del mercato e delle esigenze dei clienti. Nel 1993, la potenza raggiunse i 520 CV. Dieci anni dopo, arrivò un motore completamente nuovo da 610 CV. Nel 2009, Volvo è stato il primo produttore a raggiungere i 700 CV e ora è giunto il momento per il passo successivo: il Volvo FH16 da 750 CV.

La produzione dei primi veicoli Volvo FH16 più potenti per il mercato europeo prenderà il via all’inizio del 2012. Oltre alla versione da 750 CV, il motore Volvo da 16 litri è disponibile con potenze da 540, 600 e 700 CV.